Assicurazione Medici, ecco tutto quello che c’è da sapere

Scegliere di diventare medico non è una mera scelta professionale, ma una vocazione che nasce dal bisogno e dalla voglia di aiutare gli altri.

 

Al giuramento di Ippocrate, che tutti i medici conoscono, viene aggiunta anche la responsabilità giuridica del medico in caso di errore, sia esso volontario o meno, che possa danneggiare la salute del paziente o mettere a repentaglio la sua vita.

 

In un momento storico come questo, che molto spesso posiziona la classe medica al centro di polemiche e cause giudiziarie, una copertura assicurativa con tutela legale è tutto quello che serve per aggiungere serenità alle proprie competenze.

Hai mai pensato seriamente di tutelare il tuo mestiere ed il tuo patrimonio con un'assicurazione professionale studiata ad hoc per i medici?

 

Perché stipulare una polizza per medici

La polizza assicurativa per medici, oltre che utile, è obbligatoria dal 15 agosto 2014, quando è stato introdotto il D.P.R. 137/2012 del 7 agosto 2012, scopri di più su queste polizze visitando Mio Assicuratore.

 

Inoltre, dal 1° aprile 2017 è entrata in vigore la Legge Gelli, che vede la sicurezza nel ricevere cure mediche come un diritto garantito dalla Costituzione, e che essa debba essere garantita con strumenti di prevenzione e gestione dei rischi sanitari.

Questa Legge specifica anche l'obbligo di ogni lavoratore del settore sanitario ha nel collaborare alla prevenzione del rischio legato alle prestazioni sanitarie.

 

Per quanto riguarda la responsabilità civile delle strutture sanitarie non cambia nulla poiché continuano a rispondere delle condotte dolose e non del personale.

 

Relativamente ai singoli professionisti, essi dovranno rispondere con una responsabilità extracontrattuale, mentre per la responsabilità penale, la nuova legge introduce un articolo che va a regolare la responsabilità con colpa derivante dallo svolgimento dell'attività sanitaria, e revisiona il concetto di colpa grave.

 

Funzionamento della polizza per medici

I prodotti assicurativi in ambito sanitario si rivolgono ai medici, sia dipendenti di aziende pubbliche che di aziende private, ma anche ai liberi professionisti, ai loro collaboratori o agli studi associati.

 

Nel caso in cui si dovesse aprire un procedimento penale in cui si devono sostenere le spese legali in toto, quelle dei periti e quelle processuali, la compagnia assicurativa garantisce il supporto e l'aiuto di un legale.

 

Se il procedimento si dovesse aprire per una colpa dolosa, la compagnia assicurativa andrebbe a coprire le spese solo in caso di assoluzione o di proscioglimento.

 

Si può detrarre l'assicurazione professionale per medici?

Tutte le spese sostenute per pagare le assicurazioni professionali, soprattutto quelle obbligatorie per legge, possono essere dedotte ai fini Irpef al 100%.

 

Questa stessa deducibilità può essere applicata anche sull'Iva ed ai fini Irap nella misura del 100%. Chiaramente, come succede per le normative in ambito fiscale, vi possono essere variazioni di anno in anno che dipendono dalla Legge di Bilancio approvata. Per questo motivo è bene rivolgersi ad un commercialista per avere il giusto consiglio. Del resto, quando si ha l'influenza ci si rivolge proprio alla figura del medico.