Lavatrici: la nuova tecnologia ‘sesto senso’

Avete presente quei film di fantascienza in cui il protagonista torna a casa e trova il riscaldamento acceso, l’arrosto in caldo sul fornello, un dolce in forno e la vasca piena di acqua bollente?
Certo, si tratta di un sogno che però oggi giorno sta diventando sempre più una realtà.
Si tratta della domotica, cioè della scienza dedicata alla gestione intelligente e funzionale della casa.
Anche le lavatrici stanno implementando sempre più funzioni intelligenti per rendere la vita delle donne più comoda.
E se vi dicessimo che esiste una lavatrice che pensa, o meglio, dotata di un sesto senso?

Lavatrici con funzione ‘sesto senso: il futuro della domotica

Il sogno è realtà, e si chiama proprio ‘sesto senso’. Niente di fantascientifico, ma una funzione che è presente ad esempio nelle lavatrici Whirlpool. Di cosa si tratta? Di una delle tecnologie più all’avanguardia sul mercato, in grado di rilevare autonomamente il peso del carico e la composizione degli indumenti da trattare per impostare il lavaggio.

Non si tratta di lavatrici che voi impostate aiutandovi con il manuale di istruzioni, ma di lavatrici che impostano da sole il lavaggio per avere un risultato impeccabile.
Se considerate poi che anche il detersivo viene impostato, in quanto a dose, da questi modelli, forse vi verrà voglia di uscire da casa e lasciare tutto nelle loro mani virtuali!

Come funziona la tecnologia sesto senso

Il funzionamento di questi modelli è semplice ma geniale.
Farebbero cioè quello che fareste voi.
Grazie a dei sensori e a delle schede elettroniche che governano le parti meccaniche e i comandi, la lavatrice può calcolare innanzitutto che tipo di indumenti avete messo in lavatrice (eh si, quello dovreste farlo ancora voi).
Come seconda cosa ne stima il peso.

A questo punto, grazie a delle impostazioni memorizzate, stabilisce che per quel tipo di carico serve un programma di lavaggio piuttosto che un altro.
Dosa il detersivo nella quantità ottimale, e via.
Se caricate la lavatrice di detersivo nell’apposita vaschetta e in quantità sufficiente, la lavatrice sarà in grado di effettuare fino a 50 lavaggi prima di dover essere ricaricata.

Tutti i vantaggi di una lavatrice sesto senso

Se pensate che questo sia l’unico vantaggio della lavatrice, vi sbagliate.
Già di per sé sarebbe il massimo che si potrebbe chiedere ad una lavatrice, ma considerate quanto segue:

  • in primo luogo si eviteranno sprechi di acqua e quindi di corrente elettrica, con risparmio anche in bolletta;
  • in secondo luogo queste lavatrici sono dotate di un sistema ‘silenziante’ delle vibrazioni che permette di fare anche lavaggi notturni senza disturbare;
  • il sistema è in grado di adattarsi perfettamente e di volta in volta al tipo di lavaggio. Potrebbe capitare infatti che non tutti i capi di cotone siano sporchi allo stesso modo ogni volta. Il sistema valuterà allora per ogni carico il lavaggio più adeguato;
  • serve solo schiacciare un testo per fare la lavatrice (oltre che caricare il cestello).

Considerate, come ultima cosa, che questo particolare sistema, il sesto senso, è implementato anche su altri elettrodomestici, quali ad esempio l’asciugatrice.
Perché allora non progettare una comodissima stanza lavanderia che faccia tutto, o quasi, da sola?

Rendere una casa confortevole non significa solo avere un letto comodo o riscaldamenti funzionati.
Anche un semplice lavaggio in lavatrice può testimoniare quanto l’attenzione delle case costruttrici sia sempre più rivolta al benessere dei consumatori. Il futuro è green ed eco-sostenibile, oltre che comodo, e scegliendo una marca di lavatrice o un lavaggio si può fare molto.