Marcatura Laser: cos’ha di speciale?

Se nel campo del consumo privato, spesso, la moda è una forza quasi incontrollabile, e porta talvolta all’adozione rapidissima e diffusa di una novità semplicemente perché ha colpito la curiosità o il gusto della gente, nel settore industriale non basta un nome accattivante o un design elegante per conquistare fette di mercato: occorrono reali innovazioni, vantaggi misurabili, e obiettivi miglioramenti rispetto alle condizioni precedenti, perché si verifichi l’adozione di un nuovo strumento.

Tutti fattori sicuramente presenti in quella che in pochi anni s’è dimostrata una tecnologia vincente, tanto da sostituire progressivamente e sempre più spesso le alternative tradizionali: la marcatura laser. Ma quali sono le caratteristiche tanto vantaggiose di questo strumento per l’industria, e cosa lo rende così vincente?

1. La velocità elevata
Di sistemi per imprimere marchi, codici e scritte su pezzi industriali se ne sono visti tanti, nel corso del tempo; pensiamo solo a tutte le diverse tecniche di stampa possibili. Ma sono ben pochi, sul mercato, a poter gareggiare con la velocità offerta dai sistemi laser, che anche sul dato variabile hanno cicli di produzione rapidissimi.

2. La qualità costante
Quando si stampano scritte, simboli o codici, in serigrafia o con un sistema a getto d’inchiostro, o si incide un pezzo con un punzone meccanico, ci sono parti sottoposte ad usura – che nel tempo, e a seconda delle proprie caratteristiche, finiscono con il far degradare la qualità della stampa. Con il laser, no: il raggio di luce che imprime i marchi è nuovo ad ogni utilizzo, sempre perfetto.

3. La versatilità totale
Si può incidere meccanicamente su dei pezzi d’acciaio, ma di certo non sul tessuto; e si può stampare su plastica con inchiostri e metodi diversi a seconda della formulazione, e non su tutti i tipi. Marcare su materiali diversi con le tecniche tradizionali è un inferno. Ma non con il laser, che è in grado di lavorare su una varietà enorme di diversi materiali.

4. Il vantaggio economico
In un sistema di stampa serigrafica o a getto d’inchiostro, ci sono grandi utilizzi di sostanze consumabili, che hanno un costo sia per il loro acquisto, che per il loro stoccaggio, che per il loro smaltimento. Quando si marca con il laser, d’altro canto, l’unico investimento è quello iniziale: dal momento dell’installazione, non verrà consumata una goccia d’inchiostro, né di altra sostanza consumabile. Un bel risparmio.

5. L’affidabilità totale
Più sono le parti mobili di un sistema, le sue componenti funzionali, più salgono le probabilità che durante il lavoro qualcosa si guasti. Per questo l’affidabilità del laser è così totale, e porta davvero vicino allo zero assoluto il rischio di fermi macchina: nulla è sottoposto a usura o stress, e tutto è fatto attraverso quel concentratissimo raggio di luce.