I moduli di pesatura per tramogge: come gestire le sollecitazioni parassite

Nelle stazioni di riempimento, è normale implementare dei moduli di pesatura per tramogge rettangolari, così da poter monitorare l’intero processo in maniera puntuale. Tuttavia, in questa come in molte altre applicazioni industriali, quella che sulla carta appare come una soluzione non soltanto logica ed efficiente, ma lineare e di grande semplicità, rivela problematiche e criticità del tutto inaspettate, e che possono facilmente inficiare, se non gestite, la correttezza delle misurazioni effettuate.

È infatti necessario considerare che in una stazione di riempimento entrano in gioco, come fattori di disturbo:
le vibrazioni del sistema di trasporto stesso
le oscillazioni dei dispositivi carico e scarico del materiale
l’urto della merce sfusa sulle pareti laterali della tramoggia, che genera forti carichi di taglio
e le accelerazioni e decelerazioni del movimento della tramoggia, qualora questa faccia parte com’è frequente di un sistema mobile.

Tutte sollecitazioni che, specialmente in combinazione, non possono essere ignorate, e alterano significativamente il grado di precisione che i moduli di pesatura per tramogge possono garantire, compromettendo perciò lo scopo e il funzionamento dell’intero sistema. Come risolvere il problema?

La soluzione, naturalmente, deve essere studiata caso per caso. Tuttavia, normalmente, il primo accorgimento da implementare è quello di provvedere all’installazione di un tirante di ritenuta molto stabile, a pretensione fissata; oltre a questo, sarà spesso necessario anche trattenere il recipiente dei moduli di pesatura per tramogge con un sistema aggiuntivo di bloccaggio, che possa essere rilasciato solamente mentre si effettua la pesatura vera e propria. Infine, sempre per favorire la stabilità, il sistema andrà organizzato su una simmetria rettangolare, secondo la quale verranno quindi disposte le celle di carico: saranno da preferire modelli con appoggi ad elastomero, per minimizzare ulteriormente l’impatto delle forze parassite.